lunedì 19 settembre 2016

Perché andare dal parrucchiere migliora l'autostima



Forse per alcune andare dal parrucchiere è necessario  ma fondamentalmente noioso. Per molte è per certo invece un’occasione piacevole ed esclusiva per prendersi cura di sé e rilassarsi. Non sempre ne siamo perfettamente coscienti ma quando andiamo dal parrucchiere sperimentiamo un senso di benessere che non è solo fisico ma è soprattutto psicologico, come dire una “messa in piega” equivale ad una seduta da uno psicologo. Certo, per i casi gravi e per una risoluzione definitiva di un problema meglio optare per un appuntamento con uno psicologo.

Ecco cosa ho capito andando dal parrucchiere e perché andare dal parrucchiere migliora l’autostima.
1. Specie se per noi quello con il parrucchiere è un appuntamento settimanale fisso e irrevocabile – della serie non c’è uragano, terremoto o improvvisa ondata di calore che possa esserci di intralcio – la seduta dal parrucchiere rappresenta una certezza nella nostra instabile e fluttuante agenda settimanale. Una seduta dal parrucchiere ha l’effetto di un abbraccio affettuoso, perché è vero che il nostro è un atteggiamento sostanzialmente passivo ma le attenzioni che il parrucchiere  esercita sul nostro corpo, sui nostri capelli nello specifico, ci gratifica e ci fa stare bene.
2. Andare dal parrucchiere rilassa. Mi rilasso mentre qualcuno si prende cura di me e ne traggo un beneficio fisico e mentale anche se solo temporaneo. Amplio le mie conoscenze. Leggo qualche giornale, magari di gossip. Meglio essere sempre aggiornati sulle ultime disavventure dei personaggi del piccolo schermo, no?
3. Racconto di me come se fossi dallo psicologo. Ho sentito donne parlare con il propro parrucchiere in assoluta confidenza e libertà. Il parrucchiere ascolta, comprende e sdrammatizza con  leggerezza e garbata diplomazia.
4.Ogni ciocca di capelli che il parrucchiere taglia è un problema o una persona indesiderata che se ne va. Non c’è crema o forbice che non sia in grado di offrire una risoluzione ad un disagio. Sembra che quello delle doppie punte sia il dramma più grande del mondo. Le taglio e ho l’impressione di aver finalmente fatto anch’io qualcosa di utile.

(già pubblicato in codcast channel)

2 commenti:

Grazie per aver lasciato un tuo commento nel mio blog.